Ed eccomi sul mio aereo diretto a Mosca, ultima meta del grande viaggio! Se di San Pietroburgo avevo sentito parlare poco, ne avevo sentito ancora meno di Mosca (se non fosse per la finale dei Mondiali), quindi tutto era ancora più misterioso. Il foglio bianco, su cui San Pietroburgo aveva cominciato a scrivere, era ora nelle mani di Mosca. Io, le mie due valigie e il mio fedele compagno abbiamo soggiornato al loft Petrovka, un Airbnb semplice ma molto comodo per gli spostamenti, da cui si può raggiungere la Piazza Rossa a piedi. 

What To Do in Moscow-9
What To Do in Moscow-8

Ma spostarsi a Mosca non è stato così semplice. Se c’è una cosa che ho notato, è che ai russi non piacciono le cose piccole, e le strade ne sono un ottimo esempio. Passare da una parte all’altra della strada è una tale impresa che si è costretti a utilizzare sottopassaggi che sembrano non finire mai tante volte. Non è stata una passeggiata per un’amante del tacco come me, viste le dimensioni di Mosca, ma nonostante questo io ei miei poveri piedi siamo riusciti a visitare tutte le attrazioni imperdibili: Piazza Rossa e Cattedrale di San Basilio, simboli di un’intera nazione; il bellissimo Gorky Park, Sadovniki Park e Izmaylovsky Park in cui si trova anche l’omonimo mercato (passeggiare lì è stato un piacere); la Cattedrale di Cristo Salvatore; Arbat Street; la lunga attesa in fila per l’accesso al Mausoleo di Lenin e al Cremlino. Insomma, una città immensa con altrettante enormi attrazioni, ma devo ammettere che i lunghi spostamenti sono stati resi piacevoli grazie alla Metro più bella che abbia mai visto: basta pensare alle stazioni di Komsomolskaya, Ploshchad Revolyutsii e Novoslobodskaya che erano letteralmente una sorta di capolavori sotterranei. 

What To Do in Moscow-4
What To Do in Moscow-5
What To Do in Moscow-2

Probabilmente ti starai chiedendo se indossassi lo stesso vestito rosso di San Pietroburgo: la risposta è sì, ero così innamorata di quegli spacchi che non potevo farne a meno. Guarda come questi due vestiti si abbinano perfettamente alla città! Verde, molto presente all’interno del complesso della Piazza Rossa, e rosso, con cui non si sbaglia mai in Russia. Ehi maschioni russi, il mio visto per la Russia non è ancora scaduto!  

Ma… lasciando da parte me che sciocco i ragazzi russi con i miei spacchi, cosa ha scritto la Russia sul mio foglio bianco? 

Aspetti positivi ovviamente (vedi sopra), oltre a quelli negativi, cioè alcuni aspetti che non trovo accettabili secondo il mio modo di pensare. Un esempio è il costo del visto, di circa 130 euro, per accedere al territorio russo, con tutto il tracciamento dei tuoi movimenti e controlli doganali. Mi sembrava di essere in un paese dove c’è ancora molto su cui lavorare dal punto di vista politico, lontano anni luce dai paesi europei. La Russia, a mio avviso, non ha nulla a che fare con l’Europa, a parte gli accordi commerciali. Questo discorso è inevitabilmente controproducente sulla società: una popolazione anziana che lascia poco spazio ai giovani (tranne che ai militari) che lottano per esprimersi in una società in cui la creatività è interrotta da una specifica linea di pensiero che è percepibile mentre si cammina per le strade. 

What To Do in Moscow-6
What To Do in Moscow-7

Tuttavia, a parte queste cose, sono ben consapevole che la Russia è un paese enorme che fa parte di due continenti, e che ci sono ancora molte bellezze da scoprire. Ma nel complesso ho trovato San Pietroburgo molto più bella di Mosca, tanto che San Pietroburgo appartiene a quelle che reputo tra le migliori città del mondo. Per quanto riguarda i russi, possono sembrare persone taciturne, ma in realtà sono gentili e accoglienti all’interno delle loro case: ho avuto due delle più belle esperienze di Airbnb in Russia. 

Si è concluso così il viaggio che mi aveva portato alla scoperta di Helsinki in Finlandia, con i suoi alberi verdi, il mare azzurro e gli isolotti; di Tallinn in Estonia, la piccola città medievale, grande di cuore; e di San Pietroburgo e Mosca, città ricche di grandi bellezze e tra le città più influenti del mondo. Così si è concluso il viaggio più lungo della mia vita, accanto al mio tesoro, che mi è stato accanto ogni secondo. Siamo tornati a casa con gli occhi pieni, i piedi stanchi e la mente ricca di nuove culture e costumi che non tutti hanno avuto la fortuna di conoscere. 

What To Do in Moscow-3
Photos Taken By Michele